Poste, la vendita di una nuova tranche frutterà 2 miliardi. Caio: “non c’è rischio spezzatino”

(Teleborsa) – La vendita di un’altra quota del 30% di Poste da parte dello Stato potrebbe fruttare 2 miliardi al Tesoro ed andrebbe a ridurre il debito pubblico italiano, obiettivo prioritario della politica economica del governo. Lo ha segnalato il Ministro dell’economia Pier Carlo Padoan in un’audizione alla Camera. 

Il numero uno dei Via XX Settembre si è però affrettato a precisare che tale cessione non modificherà le garanzie statali sul risparmio postale né i termini della convenzione tra Cdp e Poste.  Lo Stato – ha ricordato Padoan – manterrà il controllo sulla società che gestisce il servizio postale, con una quota non inferiore al 35%.  

L’altro obiettivo della privatizzazione di Poste, così come di altre società a controllo pubblico, è rendere più efficienti le imprese controllate dallo Stato e far sì che seguano logiche di mercato (equilibrio fra redditività e qualità servizi). Il Ministro dell’economia ha ribadito poi che “non c’è alcuna svendita del servizio postale, al contrario c’è un del servizio postale come ci indicano le cifre di Poste che parlano di 500 milioni di efficientamento”.

Dello stesso avvito l’Ad di Poste, Francesco Caio, che ha smentito l’ipotesi di uno “spezzatino” della società che si è quotata ihn Borsa alla fine dell’anno scorso. “Questo non è nei piani del management, approvati dal CDA e dall’assemblea”, ha assicurato il manager.

Caio ha poi tenuto a ribadire la “solidità finanziaria” di Poste, anche se il servizio postale è una componente ancora in forte perdita. “L’obiettivo di riportarla in pareggio”, ha ricordato.

Caio ha anche rilanciato sulla possibilità di investire sui fondi di investimento per le infrastrutture, anche tenendo presente che attualmente i tassi sul risparmio postale sono prossimi allo zero e occorrono altri strumenti dove veicolarlo.

Dopo la defaillance all’esordio, Caio ha tenuto ha ricordare che i risultati di un IPO si vedono nel lungo periodo ed ha sottolineato che le azioni Poste Italiane hanno fatto un +18% rispetto al mercato di riferimento sino ad oggi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Poste, la vendita di una nuova tranche frutterà 2 miliardi. Cai...