Poste Italiane, cresce utile 9 mesi ma ristagna nel trimestre

(Teleborsa) – Risultati in crescita per Poste Italiane, che chiude i primi 9 mesi con un utile netto pari a 1,083 miliardi di euro, in crescita del 2,6% rispetto al pari periodo del 2018. Cala però l’utile del 3° trimestre che si attesta a 320 milioni di euro (-0,4%).

I ricavi nei nove mesi aumentano dell’1,7% a 8,089 miliardi, mentre i ricavi normalizzati (escluse plusvalenze e impatto IFRS 9) sono pari a 7,807 miliardi (+3,7%). L’EBIT cresce del 2,1% a 1,5 miliardi ed il risultato operativo normalizzato del 10,5% a 1,288 miliardi, in linea con gli obiettivi di piano per il 2019.

Siamo sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi del 2019 in tutti i segmenti di business”, ha affermato l’Ad Matteo Del Fante, citando le buone performance dei segmenti Servizi Assicurativi e Pagamenti, Mobile e Digitale, che hanno sostenuto i risultati del Gruppo nel trimestre.

Le masse gestite (Total Financial Assets – TFA) ammontano a 540 miliardi (+ 26 miliardi a partire da dicembre 2018) grazie a dinamiche favorevoli di mercato e alla raccolta netta positiva.

L’indice di Solvibilità (Solvency II) del Gruppo PosteVita è pari a 295% a settembre 2019 (a giugno 2019 era pari a 242%), risultando al di sopra delle ambizioni del management nell’arco di piano.

Spesa per investimenti di Gruppo pari a 389 milioni (+49,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) a supporto della trasformazione in corso prevista nel piano Deliver 2022 ed in linea con le previsioni per il 2019. “La trasformazione industriale, già implementata come parte del nostro piano strategico Deliver 2022 – ha sottolineato Del Fante – ha gettato le fondamenta per la crescita futura, focalizzata sull’innovazione e sulla customer experience. Stiamo diventando un’azienda dinamica con una forte componente nativa digitale, che supporta attivamente la vita dei nostri 35 milioni di clienti”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Poste Italiane, cresce utile 9 mesi ma ristagna nel trimestre