Positiva la giornata per la Borsa di Milano, allineata ai mercati europei

(Teleborsa) – Dopo una mattinata vissuta sotto la parità, Piazza Affari e le principali Borse europee virano in positivo, incoraggiate dall’andamento di Wall Street che, nonostante le ancora persistenti tensioni tra Stati Uniti e Cina, ha avuto un avvio in rialzo delle contrattazioni.
New York, trainata soprattutto dalle azioni di Cisco e Walmart , premiate dopo la diffusione della trimestrale sopra le attese, lascia in secondo piano l’incertezza generata dal futuro delle trattative commerciali tra Washington e Pechino.
Con questi fattori a fare da Market movers della giornata, si muove in modesto rialzo la borsa americana con lo S&P-500, che evidenzia un incremento dello 0,58%.

Prevale la cautela sull’Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,26%. Vendite diffuse sull’oro, che continua la giornata a 1.285,2 dollari l’oncia. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo del 2,19%.

Torna a scendere lo spread, attestandosi a +277 punti base, con un calo di 6 punti base,mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,68%.

Tra gli indici di Eurolandia acquisti a piene mani su Francoforte, che vanta un incremento dell’1,74%, bilancio decisamente positivo per Londra, che vanta un progresso dello 0,78%, e si muove in modesto rialzo Parigi, evidenziando un incremento dello 0,62%.

Giornata di guadagni per la Borsa di Milano, con il FTSE MIB, che mostra una plusvalenza dell’1,38%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share termina la giornata in aumento dell’1,30%. In frazionale progresso il FTSE Italia Mid Cap (+0,58%), come il FTSE Italia Star (1,6%).

Nella Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,43 miliardi di euro, in calo di 406,6 milioni di euro, rispetto ai 2,84 miliardi della vigilia; i volumi si sono attestati a 0,8 miliardi di azioni, rispetto ai 0,93 miliardi precedenti.

Tra i 221 titoli scambiati, i titoli positivi sono stati 154, mentre 50 hanno terminato in calo. Sostanzialmente stabili le restanti 17 azioni.

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti materie prime (+3,65%), sanitario (+3,39%) e vendite al dettaglio (+2,41%).

Il settore beni per la casa, con il suo -0,64%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, effervescente Amplifon, con un progresso del 4,73%.

Incandescente Banco BPM, che vanta un incisivo incremento del 4,30%.

In primo piano UBI Banca, che mostra un forte aumento del 4,27%.

Decolla Telecom Italia, con un importante progresso del 3,68%.

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Moncler, che ha terminato le contrattazioni a -1,70%.

Sotto pressione Pirelli, con un forte ribasso dell’1,20%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Maire Tecnimont (+5,12%), ERG (+4,73%), Mondadori (+4,60%) e Cementir (+3,74%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su FILA, che ha terminato le contrattazioni a -4,58%.

In apnea Aeroporto di Bologna, che arretra del 2,93%.

Soffre Brembo, che evidenzia una perdita dell’1,25%.

Preda dei venditori Cairo Communication, con un decremento dell’1,13%.

Positiva la giornata per la Borsa di Milano, allineata ai mercati&nbsp...