Popolare Vicenza, l’Ad Iorio ottimista sull’IPO, Generali non parteciperà all’aumento

(Teleborsa) – Per la quotazione in Borsa di Banca Popolare di Vicenza non ci sono particolari problemi. Lo ha detto l’amministratore delegato, Francesco Iorio, ribadendo quanto già detto nei giorni scorsi, durante la presentazione dell’aumento di capitale alla comunità finanziaria e alla stampa. “Sono sempre ottimista, anzi sereno, che è ancora di più. Non vedo particolari problemi per la quotazione”.

L’offerta è stata prorogata di 24 ore, ovvero fino alle 13.00 di domani, per consentire ai soci di aderire all’aumento di capitale necessario a risanare e rilanciare la banca e, la quotazione in borsa slitta di un giorno, al 4 maggio dal 3 previsto inizialmente.

Intanto Generali ha fatto sapere che non parteciperà all’aumento dell’istituto vicentino. Lo ha detto il direttore generale del Leone di Trieste, Alberto Minali, al termine dell’assemblea che ha approvato il bilancio al 2015. “Direi di no. Abbiamo partecipato al Fondo Atlante, la nostra esposizione è quella”, ha dichiarato Minali. Generali è azionista di Bpvi con una quota dello 0,38%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Popolare Vicenza, l’Ad Iorio ottimista sull’IPO, Generali ...