Ponte sullo Stretto, Uggè (Conftrasporto): basta parlare, è ora di agire

(Teleborsa) – Il presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè è tornato sul tema del Ponte sullo Stretto di Messina, chiamando il governo Draghi ad accelerare gli step per la sua costruzione. “Sarà che i tempi erano stretti perché potesse essere inserito nel PNRR, fatto sta che del Ponte sullo Stretto di Messina si continua sempre e solo a parlare. Lo si fa da un secolo. Ora è tempo di agire”, ha dichiarato.

Il presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè, ha ironizzato sul fatto che “quando non si vuole fare qualcosa, in Francia si istituisce una commissione, in Italia si aprono dibattiti ad ogni nuovo governo”. “Non era necessario un nuovo via libera da parte di un’altra commissione di tecnici, come quella voluta dall’ex ministra Paola De Micheli (probabilmente per nascondere le resistenze di una parte della maggioranza dello scorso governo) – ha aggiunto – Il progetto era nelle condizioni di avviarsi, tanto che alcuni lavori relativi alla rete ferroviaria erano già stati intrapresi”.

Il presidente di Conftrasporto ha quindi commentato le parole del ministro Enrico Giovannini in merito alla relazione di una commissione di esperti – anticipata oggi da Repubblica che riporta un’indicazione favorevole a due progetti – che verrà inviata in Parlamento e a seguito della quale sarà necessario aprire un dibattito sui contenuti che vi saranno presentati. “L’iniziativa di approfondire è sicuramente positiva – ha detto Uggè – ma l’economia che si basa sul tempo ci impone di iniziare i lavori”.

“La mancata realizzazione del Ponte sarebbe un autogoal incomprensibile, anche perché rischia di lasciare ai margini di uno sviluppo previsto per l’intera area mediterranea una realtà in cui vivono più di cinque milioni di cittadini italiani”, ha concluso Uggè.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ponte sullo Stretto, Uggè (Conftrasporto): basta parlare, è ora di a...