Poco mossa la Borsa americana. Si guarda a Jackson Hole

(Teleborsa) – Stabile la borsa americana, sempre in attesa di indicazioni sui tassi dalla Yellen. Intanto Robert Kaplan, presidente della Federal Reserve di Dallas, intervistato dalla Cnbc mentre si trovava a Jackson Hole, ha dichiarato che un rialzo del costo del denaro potrebbe avvenire in un “futuro non troppo lontano”.

Dal fronte macro sono giunte buone nuove dal mercato del lavoro e dagli ordinativi di beni durevoli, balzati sui massimi da ottobre. Delude il PMI servizi, scatenando preoccupazioni per la crescita del PIL.

Il Dow Jones resta a 18.470 punti; sulla stessa linea l’indice S&P-500, che continua la seduta a 2.176 punti. Senza direzione il Nasdaq 100 (+0,04%), come l’S&P 100 (0,0%).

Scivolano sul listino americano S&P 500 tutti i settori.

Tra i protagonisti del Dow Jones, Cisco Systems (+0,84%), Pfizer (+0,63%), McDonald’s (+0,54%) e Travelers Company (+0,53%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Nike, che ottiene -1,71%. Calo deciso per Wal-Mart, che segna un -1,52%. Sotto pressione United Health, con un forte ribasso dell’1,33%. Debole Exxon Mobil, con un calo frazionale dello 0,58%.
Riduce le perdite iniziali Apple, preoccupata per una maxi-multa di Bruxelles.

Poco mossa la Borsa americana. Si guarda a Jackson Hole
Poco mossa la Borsa americana. Si guarda a Jackson Hole