Poco mossa la Borsa americana

(Teleborsa) – Continua incerta la seduta di Wall Street che si sente appesantita negli scambi dall’inizio della stagione delle trimestrali americane. Nonostante infatti la pubblicazione dei valori positivi rispetto alle aspettative di mercato ( seppur in calo se paragonati ai precedenti) di Jp Morgan, Goldman Sachs e Wells Fargo, le contrattazioni di New York sembrano arrancano a mantenersi sopra la parità.

Sostanzialmente stabile il Dow Jones che si ferma a 27.357,15 punti, mentre, al contrario, lo S&P-500 ha un andamento depresso e scambia sotto i livelli della vigilia a 3.014,3 punti. In frazionale calo il Nasdaq 100 (-0,36%), come l’S&P 100 (-0,3%).

In luce sul listino nordamericano S&P 500 i comparti beni industriali (+0,84%) e materiali (+0,71%). Nella parte bassa della classifica del paniere S&P 500, sensibili ribassi si manifestano nei comparti energia (-1,07%), informatica (-0,72%) e utilities (-0,61%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, 3M (+2,15%), Goldman Sachs (+1,12%), Merck & Co (+0,57%) e Boeing (+0,56%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Intel, che ottiene -1,86%.

Seduta negativa per Johnson & Johnson, che mostra una perdita dell’1,27%.

Sotto pressione Exxon Mobil, che accusa un calo dell’1,18%.

Scivola Microsoft, con un netto svantaggio dell’1,14%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Hunt(J.B.)Transport Serv (+6,31%), United Airlines Holdings (+3,16%), American Airlines (+2,35%) e Symantec (+2,34%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Western Digital, che prosegue le contrattazioni a -5,80%.

Seduta drammatica per Electronic Arts, che crolla del 3,29%.

Sensibili perdite per NetApp, in calo del 2,83%.

In apnea Micron Technology, che arretra del 2,73%.

Poco mossa la Borsa americana