Poco mossa la Borsa americana

(Teleborsa) – Prosegue senza verve la borsa di Wall Street confermando la prudenza dell’avvio.

Sul fronte societario, occhi puntati su Michael Kors che ha ufficializzato l’acquisizione per circa 2 miliardi di dollari del marchio Versace. Dal versante macroeconomico, il mercato immobiliare ha mostrato un andamento in chiaroscuro con l’indice FHFA stabile. Si contrae, invece, l’S&P Case-Shiller. La fiducia dei consumatori si porta ai massimi da 18 anni.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones si ferma a 26.568,02 punti; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità lo S&P-500, che continua la giornata a 2.919,35 punti. Sui livelli della vigilia il Nasdaq 100 (+0,12%); sotto la parità lo S&P 100, che mostra un calo dello 0,26%.

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per il settore beni di consumo secondari. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori utilities (-1,38%) e beni di consumo per l’ufficio (-0,51%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, McDonald’s (+2,24%), Walt Disney (+0,99%), Nike (+0,85%) e Apple (+0,69%). I più forti ribassi, invece, si verificano su General Electric, che continua la seduta con -3,28%.

Spicca la prestazione negativa di Intel, che scende dell’1,98%.

Contrazione moderata per Travelers Company, che soffre un calo dello 0,91%.

Sottotono Procter & Gamble che mostra una limatura dello 0,89%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Netease (+2,17%), Liberty Global (+2,15%), Workday (+1,88%) e Liberty Global (+1,88%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Microchip Technology, che prosegue le contrattazioni a -4,34%.

Sensibili perdite per Ebay, in calo del 3,16%.

In apnea American Airlines, che arretra del 2,57%.

Tonfo di Maxim, che mostra una caduta del 2,53%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Poco mossa la Borsa americana