PNRR, innovazione: le richieste degli under 40 al Governo

(Teleborsa) – Parametri chiari che definiscano il concetto di sostenibilità e range entro i quali muoversi; adeguamento alle direttive UE per l’economia circolare ed essere competitivi con gli altri Paesi; controllo chiaro del green washing per il mondo aziendale; i problemi del fast fashion e la necessità di riconvertire il mondo della moda alla sostenibilità; formare i destination manager per la gestione dei flussi turistici; partenariati pubblico-privato nella cultura per gli under 40: queste alcune delle richieste emerse dai 4 giorni di consultazioni di alcune delle eccellenze imprenditoriali under 40 con Emanuela Rossini, vicepresidente della Commissione Politiche europee della Camera dei Deputati, coadiuvata dal think tank, tutto al femminile, Re-generation Y-outh fondato da Giusy Sica.

Un tavolo al quale sono giunte esperienze, misurazioni di impatto e contributi tecnici per la fase attuativa del Piano nazionale di ripresa e resilienza, nei due ambiti della transizione green e del turismo.

“I giovani non possono essere solo evocati, vanno coinvolti e responsabilizzati. Da questi incontri – ha osservato Rossini – sono emersi spunti strategici, esperienze pilota e raccomandazioni tecniche utili per l’attuazione del Pnrr sui territori, che aiutano a rinnovare alcune cornici del nostro sistema Paese. Con questi incontri ho voluto fornire una cornice di istituzionalità al confronto con la generazione under 40″.

“Il nostro obiettivo – ha sottolineato Sica – è rompere quel sistema che vede i giovani, oggi, solo come un’etichetta. Tutte le realtà imprenditoriali di eccellenza che abbiamo coinvolto sono protagoniste del cambiamento”.

L’esito di questi incontri – conclude la nota – “sarà presto elaborato e portato all’attenzione del governo”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

PNRR, innovazione: le richieste degli under 40 al Governo