PNRR, Aiscat: discrimina le concessionarie autostradali a favore di Anas

(Teleborsa) – L’attuale impostazione del PNRR discrimina le società concessionarie autostradali a pedaggio a favore di Anas. È quanto sostenuto oggi da Aiscat, Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori, durante un’audizione sul Recovery Plan alla Camera di fronte alle commissioni Trasporti e Ambiente.

“Qualora l’attuale impostazione del PNRR restasse invariata si configurerebbe un’evidente discriminazione tra settori produttivi, anche nell’ambito delle infrastrutture di trasporto, precludendo di fatto alle società concessionarie autostradali a pedaggio un accesso di sistema verso le opportunità offerte dal PNRR e impedendo ad esse la possibilità di realizzare un fondamentale ammodernamento della rete senza impattare sulle dinamiche di regolazione, quindi sulle tariffe”, hanno dichiarato i rappresentanti dell’associazione.

In particolare, “verrebbe a crearsi una plateale distorsione del comparto, in quanto solo Anas vedrebbe finanziati tramite risorse del Recovery Fund proprio quei progetti che sarebbero invece stati preclusi al rimanente mondo dei concessionari autostradali”. Aiscat ha inoltre lamentato che nessuna delle sue proposte – creazione di una “Green Infrastructure” per le autostrade, un piano per la “Digitalizzazione dei trasporti e della rete autostradale” e “Investimenti per l’intermodalità” – è stata accolta, nemmeno in forma parziale.

Tale impostazione, è stato aggiunto, “vanificherebbe il positivo lavoro di istruttoria sui progetti finora portato avanti con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e configurerebbe un’azione fortemente disomogenea nei confronti dei gestori di infrastrutture autostradali strategiche per il Paese”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

PNRR, Aiscat: discrimina le concessionarie autostradali a favore di An...