PMI, dall’autunno il rating di legalità debutta nel Registro Imprese

(Teleborsa) – Il Registro delle Imprese accoglie il rating di leqalità, arricchendosi di nuove informazioni per mettere a  fuoco il profilo di affidabilità delle aziende.

Grazie all’intesa tra InfoCamere e Antitrust, a partire dall’autunno prossimo le visure estratte dal Registro delle  Imprese delle Camere di Commercio conterranno l’indicazione del rating di legalità rilasciato dall’AGCM alle aziende che ne hanno fatto richiesta e che hanno superato il vaglio dell’Autorità  stessa.

Il rating di legalità è uno strumento introdotto nel 2012 e volto alla promozione e all’introduzione di  principi di comportamento etico in ambito aziendale, tramite l’assegnazione di un riconoscimento misurato in “stellette”.  

Alla fine di aprile 2017, le imprese in possesso delle “stellette” della legalità sono 3460. Solo nel 2016 l’AGCM ne ha assegnati oltre duemila. Per la maggioranza, si tratta di realtà del Nord (55,6%), rispetto al 22% del Centro e al 31,7% del Mezzogiorno (Sud e Isole). Il 62% sono concentrate in cinque regioni, con in testa l’Emilia Romagna (15,3), seguita dalla Lombardia (14,7), dal Veneto (12,1), dalla Puglia (11) e dal Lazio (8,7). Circa il 90% delle imprese che hanno il Rating di legalità è una PMI

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

PMI, dall’autunno il rating di legalità debutta nel Registro&nb...