Pisamover rivede il piano economico finanziario

(Teleborsa) – Il piano economico finanziario di Pisamover, la società di gestione del People Mover al servizio dell’aeroporto Galilei, sarà oggetto di una radicale revisione. Lo ha deciso la giunta comunale pisana, a cominciare dall’aumento del costo del biglietto per singola tratta, salito da 2,70 a 5 euro dal 1° agosto scorso.
L’incremento della tariffa comporterà ricavi per un importo complessivo di 3 milioni e 940mi1a per l’anno 2019, quando sono previsti 1 milione e 200mila passeggeri, rispetto a 1 milione e 134mila del 2018. L’altra decisione riguarda la riduzione dell’orario di esercizio del sistema di collegamento, inizialmente elevato a 21 ore e ora riportato a 18 (dalle 6 alle 24). Ciò garantirà una riduzione dei costi operativi, che per l’anno in corso ammontano complessivamente a 2 milioni e 937mi1a euro.
Le motivazioni di questi correttivi sono da ricercare nella relazione di Ermenegildo Zordan, consigliere delegato di Pisamover Spa, in cui si sottolinea il mancato rispetto dei livelli di traffico su gomma assunti ai fini della definizione del piano economico finanziario collegato alle scelte operative di Toscana Aeroporti e i mancati investimenti da parte di Ferrovie dello Stato per adeguare la tipologia e l’orario di servizio dei treni diretti a Pisa alle esigenze dei passeggeri in transito verso l’aeroporto.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pisamover rivede il piano economico finanziario