Pirelli, Tronchetti: “Usciamo da crisi più forti. Sostenibilità sempre più cruciale”

(Teleborsa) – “Stiamo uscendo dalla crisi più forti”. Lo ha affermato l’Amministratore delegato di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, avviando la conference call con gli analisti sul nuovo piano industriale, che punta a recuperare i livelli pre-Covid nel 2022 e diventare leader nel segmento delle “specialty high value” entro il 2025.

Lo scenario in cui si muove Pirelli è “molto favorevole”, ha spiegato l’Ad, indicando che il Piano si sviluppa in due fasi: la prima fase 2021-2022 caratterizzata da una elevata crescita del PIL mondiale, che riporterà Pirelli sui livelli pre-Covod, la seconda fase 2023-2025 dominata da un ritorno del ruolo traino della Cina, dove Pirelli si concentrerà sul segmento high value.

In Cina ed anche in USA emergono segnali di ripresa – ha aggiunto – ma anche in Europa “ci sono una serie di buone notizie” per quanto concerne i volumi. Tronchetti ha messo il punto sulla resilienza e reattività con cui il Gruppo ha affrontato la crisi globale, diventando più “veloce” nell”anticipare gli eventi e facendo “miglior uso predittivo dei dati”. “La sostenibilità – afferma – diventa sempre più cruciale” per creare valore per tutti gli stakeholder.

Il Piano punta sulla mobilità elettrica, ipotizzando che nel 2025 le omologazioni Pirelli di vetture elettriche/plug-in hybrid raddoppieranno a circa il 60% del totale. E’ prevista una accelerazione degli investimenti con il rinnovo di oltre il 50% dei prodotti entro il 2025.

Tronchetti ha escluso possibili aggregazioni, affermando “siamo concentrati sullo sviluppo delle nostre tecnologie e dei nostri mercati”, ma di dice pronto a valutare future operazioni di M&A, nel caso si presentino opportunità di creare valore. L’Ad di Pirelli ha poi affermato che non ci sarà alcun coinvolgimento nel progetto di aggregazione fra i gruppi Sinochem e ChemChina, primo azionista del Gruppo, poiché c’è “una gestione autonoma e separata sia per statuto che per patti”.

Il Piano di Pirelli si concentra anche sulla sostenibilità, in una logica di economia circolare, prevedendo un aumento dell’utilizzo di materie prime rinnovabili e riciclabili, la riduzione degli sprechi e delle emissioni e l’utilizzo di energie rinnovabili. Poìroprio in considerazione di questo impegno Tronchetti ha confermato la crescita degli investitori ESG, anche se non ha potuto indicare una dimensione precisa del loro peso.

(Foto: ANSA)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963