Pioggia di vendite a Wall Street

(Teleborsa) – Wall Street si conferma negativa ma sopra i minimi intraday nell’ultima sessione di un’ottava caratterizzata da ampia volatilità. Ad accentuare le vendite i bilanci a luci ed ombredi due colonne portanti di Wall Street,AmazoneGoogle. La prima ha riportato profitti record ma vendite e outlook al di sotto delle stime degli analisti, mentre il Alphabet, holding company del colosso del web, ha sorpreso dal fronte utili ma non dal fronte ricavi.

Gli investitori temono che la Corporate America abbia ormai abbandonato il top toccato a inizio 2018 grazie alla riforma fiscale e che la Federal Reserve vada avanti con la propria politica monetaria restrittiva alla luce del buono stato di salute dell’economia americana. Ulteriore conferma di ciò è arrivata dalla lettura del PIL, rallentato meno delle stime degli analisti.

Il Dow Jones lascia sul parterre l’1%, l’S&P-500 retrocede dell’1,60% a 2.664,78 punti, avviandosi a chiudere il peggior mese degli ultimi nove anni. In netto calo anche il Nasdaq 100 (-2,23%), come l’S&P 100 (-1,6%).

In discesa a Wall Street tutti i comparti dell’S&P 500. Tra i peggiori della lista dell’S&P 500, in maggior calo i comparti beni di consumo secondari (-3,49%), telecomunicazioni (-2,34%) e beni di consumo per l’ufficio (-1,78%).

Unica tra le Blue Chip del Dow Jones a riportare un sensibile aumento è Intel (+3,25%) grazie ad una trimestrale ineccepibile.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Home Depot, che continua la seduta con -3,31%.

In apnea Cisco Systems, che arretra del 2,31%.

Tonfo di American Express, che mostra una caduta del 2,23%.

Lettera su Pfizer, che registra un importante calo del 2,22%.

Tra i best performer del Nasdaq 100 sempre Intel insieme a Expedia (+2,65%), Vertex Pharmaceuticals (+1,78%) e Tesla Motors (+1,63%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Western Digital, che ottiene -18,63%.

Affonda Cerner, con un ribasso dell’11,54%.

Exploit di Amazon, che mostra un rialzo del 7,09%.

Crolla Seagate Technology, con una flessione del 7,93%.

Pioggia di vendite a Wall Street