Pioggia di vendite a Milano, in linea con i mercati europei

(Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari, che chiude le contrattazioni in ribasso, assieme agli altri Eurolistini. Gli investitori si sono mossi con prudenza, al ritorno dalle vacanze pasquali, complice l’annuncio a sorpresa delle elezioni anticipate in Gran Bretagna e dal verdetto del referendum turco del weekend.

Lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,55%. Lieve aumento per l’oro, che mostra un rialzo dello 0,44%. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,51%.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 208 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,26%.

Nello scenario borsistico europeo sotto pressione Francoforte, che accusa un calo dello 0,90%. Affonda Londra, con un ribasso del 2,46%. Crolla Parigi, con una flessione dell’1,59%. Giornata nera per la Borsa di Milano, che affonda con una discesa dell’1,67%. 

Alla chiusura di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,62 miliardi di euro, con un incremento del 15,10%, rispetto ai precedenti 2,28 miliardi di euro; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,66 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,82 miliardi, mentre i contratti si sono attestati a 283.627, rispetto ai precedenti 257.164.

Su 216 titoli trattati in Borsa di Milano, 167 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 42. Invariate le rimanenti 7 azioni.

Chimico (+2,60%), Viaggi e intrattenimento (+1,32%) e Vendite al dettaglio (+0,59%) in buona luce sul listino milanese. Nel listino, le peggiori performance sono state quelle dei settori Materie prime (-3,37%), Tecnologico (-2,56%) e Telecomunicazioni (-2,42%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Leonardo (+3,18%) e Moncler (+0,56%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Mediaset, che ha terminato le contrattazioni a -3,96%.

Vendite a piene mani su Atlantia, che soffre un decremento del 3,79%.

Tra i petroliferi, pessima performance per Tenaris, che registra un ribasso del 3,40%.

Sessione nera per STMicroelectronics, che lascia sul tappeto una perdita del 2,88%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pioggia di vendite a Milano, in linea con i mercati europei