Pil, supera la prova della crescita: +0,3% nel primo trimestre

"Con il risultato del primo trimestre - sottolinea lʼIstituto - la durata dellʼattuale fase di espansione dellʼeconomia italiana si estende a 15 trimestri

(Teleborsa) Qualche segnale incoraggiante c’è, ma la ripresa, se non più un miraggio, è ancora lontana. Nel primo trimestre del 2018 il Pil italiano, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dell’1,4% in termini tendenziali (era +1,6% nel IV trim. 2017). La variazione acquisita per il 2018 è pari a +0,8%. E’ quanto emerge dalle stime preliminari diffuse dall’Istat.

Ancora lontani però i valori pre-crisi – La crescita tiene. Ma la strada è ancora lunga. Con il risultato del primo trimestre – sottolinea l’Istituto – la durata dell’attuale fase di espansione dell’economia italiana si estende a 15 trimestri; il livello del Pil risulta ancora inferiore dello 0,9% rispetto al precedente picco del secondo trimestre del 2011 ma superiore del 4,4% rispetto all’inizio della fase di recupero”, precisa la nota.

Bene l’agricoltura, frena l’export – L’incremento congiunturale del Pil, spiega l’Istituto di statistica, è la sintesi di un aumento del valore aggiunto dei settori dell’agricoltura, silvicoltura e pesca e dei servizi, mentre il valore aggiunto dell’industria ha segnato una variazione pressochè nulla. Dal lato della domanda, vi è un contributo positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte) e un apporto negativo della componente estera netta.
“All’inizio del 2018 l’economia italiana è cresciuta a un ritmo congiunturale dello 0,3% – commenta l’Istat – segnando un risultato analogo a quello del trimestre immediatamente precedente e confermando il rallentamento rispetto alla dinamica più marcata registrata nella prima parte del 2017. La lieve decelerazione emersa nel periodo più recente determina un contenuto ridimensionamento del tasso di crescita tendenziale che scende all’1,4%”.

CHE SUCCEDE IN EUROPA? – Buone notizie anche per l’economia di Eurolandia nel primo trimestre dell’anno, seppur in misura più contenuta rispetto al quarto trimestre del 2017 quando il Pil era salito dello 0,7% nella zona euro e dello 0,6% nella Ue-28.Nel primo trimestre il Pil della zona euro e della Ue-28 è invece cresciuto di 0,4% rispetto al trimestre precedente, stima Eurostat. Su base annua, l’aumento è di 2,5% nella zona euro e 2,4% nella Ue-28.

Pil, supera la prova della crescita: +0,3% nel primo trimestre