PIL italiano, UPB: rallenta crescita primo semestre

(Teleborsa) – Dopo la fase di recupero che ha caratterizzato l’ultimo scorcio del 2017, il 2018 si è aperto con un parziale indebolimento della ripresa italiana anche se l’intonazione di fondo dell’andamento economico resta moderatamente positiva.

E’ la fotografia scattata dall’Ufficio Parlamentare di Bilancio (UPB), nella nota sulla congiuntura di aprile, secondo cui nel primo trimestre ci sarebbe stato un aumento del PIL dello 0,26% –  contro lo 0,32% dell’ultimo trimestre 2017 – e rallenterebbe ancora marginalmente nel secondo trimestre, attestandosi sullo 0,21%. 

La crescita del PIL nel primo semestre raggiungerebbe, nell’insieme, lo 0,5% in flessione rispetto alla seconda metà del 2017, quando l’incremento sui precedenti sei mesi era stato dello 0,8%.

Semplice pausa o campanello d’allarme? L’attenuazione della dinamica produttiva nei primi mesi dell’anno – spiega l’UPB –  sembra condivisa dall’Italia con i maggiori paesi dell’area euro, anch’essi interessati da segnali di parziale rallentamento. E tuttavia, a livello internazionale, le prospettive di medio periodo sembrano complessivamente positive come emerge dalle recenti previsioni dell’FMI. Dopo la performance molto favorevole nella seconda metà del 2017, le esportazioni italiane hanno registrato una frenata a inizio 2018 sia in valore che in volume. La domanda interna ha mantenuto un’intonazione più sostenuta, in particolare le spese per investimento sospinte da prospettive di crescita stabilmente positive.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

PIL italiano, UPB: rallenta crescita primo semestre