PIL, in agricoltura l’aumento maggiore (+2,9%)

(Teleborsa) – Con un balzo del 2,9% del valore aggiunto è l’agricoltura tra tutti i settori a far registrare il maggior incremento congiunturale. E’ quanto afferma Coldiretti sulla base dei conti trimestrali del Pil dell’Istat che evidenzia anche un aumento su base annua del settore primario dello 0,1%.

Le difficoltà dei consumi alimentari interni ancora stagnanti sono state compensate dalle esportazioni con il record storico per il Made in Italy agroalimentare all’estero nel primo trimestre dell’anno.

L’INCOGNITA MALTEMPO – Ma sul settore pesa ora l’incognita degli effetti dell’ondata di maltempo che ha colpito l’Italia in una primavera anomala con pesanti danni alle coltivazioni, dagli ortaggi alla frutta fino ai cereali e al fieno per l’alimentazione degli animali.

A preoccupare – conclude Coldiretti – sono anche le distorsioni di filiera e le importazioni selvagge che fanno concorrenza sleale alla produzione nazionale perché non rispettano gli stessi standard sociali, ambientali e di sicurezza alimentare.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

PIL, in agricoltura l’aumento maggiore (+2,9%)