PIL, crescita stabile nei paesi OCSE

(Teleborsa) – Nel secondo trimestre il prodotto interno lordo (PIL) dei paesi OCSE è cresciuto dello 0,3% come nei tre mesi precedenti. Secondo le stime provvisorie, nei paesi del G7 la crescita del PIL su base trimestrale è leggermente aumentata allo 0,2% rispetto allo zero della prima parte dell’anno.

Il risultato – sottolinea l’OCSE – riflette uno scenario in chiaro scuro dove Stati Uniti e Regno Unito mostrano un trimestre negativo (-0,1%) mentre la Germania ha rallentato la corsa (a +0,1% da +0,8%). Bene invece per Giappone e Francia entrambi con una crescita dello 0,5%, che accelera all’1% in Italia e all’1,1% in Canada.

Quadro misto anche per gli altri paesi OCSE, come la Polonia dove il PIL ha registrato una contrazione del 2,3% contro la crescita del 2,5% del primo trimestre. Stesso andamento (da crescita a contrazione) per Lettonia e Lituania rispettivamente a -1,4% e -0,4%, mentre l’Ungheria ha rallentato il passo dal 2,1% all’1,1%.

In Europa, i Paesi Bassi hanno registrato un aumento del 2,6%, la Svezia dell’1,4%, la Spagna dell’1,1%, la Norvegia e la Danimarca dello 0,7% e la Finlandia dello 0,6%.

(Foto: © gilc | 123RF)