PIL ai “raggi X”. Per l’Ufficio bilancio la ripresa si rafforza

(Teleborsa) – Sostenuta da un favorevole contesto internazionale e dall’intonazione positiva della domanda interna, la ripresa dell’economia italiana, si è leggermente irrobustita rispetto a quanto ipotizzato in primavera.

Lo afferma l’Ufficio parlamentare di bilancio (UPB) nella nota trimestrale, secondo cui “la ripresa italiana viaggia su ritmi leggermente più robusti” rispetto a quelli ipotizzati nei primi mesi dell’anno. 

Dopo che l’Istat ha rivisto rialzo i risultati del primo trimestre, l’UPB “stima una crescita reale del PIL dello 0,3% nel secondo trimestre (1,4% in termini tendenziali) e dello 0,2% in quello successivo (1,3% tendenziale). Nonostante l’accelerazione di inizio anno, il ritmo di crescita dell’economia italiana ha continuato a caratterizzarsi per una dinamica meno intensa rispetto alla media dell’area euro”. 

“Con una dinamica – aggiunge l’authority dei conti pubblici – persistentemente positiva anche nel quarto trimestre, il 2017 potrebbe far segnare un aumento del PIL dell’1,2-1,3%, superiore al livello previsto dal Def (1,1%)”.

Nel complesso dei settori produttivi, l’indice aggregato di fiducia delle imprese (nella media aprile-giugno) è in linea con quello del primo e risulta abbondantemente al di sopra della media di lungo periodo. Ulteriori segnali positivi vengono dall’indicatore UPB d’incertezza, in netta flessione nella prima metà del 2017 e tornato sui livelli pre-crisi del 2008-2009. “Un basso grado d’incertezza, stimolando i piani di investimento, le decisioni di consumo e incrementando la domanda di fattori produttivi, costituisce una condizione necessaria per il sostegno della ripresa nella seconda meta’ dell’anno”, spiegano gli esperti.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

PIL ai “raggi X”. Per l’Ufficio bilancio la ripresa ...