Piccoli passi per Piazza Affari, mentre Eurolandia festeggia

(Teleborsa) – Marginale aumento della Borsa di Milano, mentre il resto dell’Europa è all’insegna del toro. Intanto avvia la giornata in pole position la borsa di Wall Street, dove gli investitori si incamminano sulla strada degli acquisti.

Seduta positiva per l’Euro / Dollaro USA, che sta portando a casa un guadagno dell’1,33%. Forte rialzo per l’oro, che segna un guadagno dell’1,03%. Giornata da dimenticare per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 23,42 dollari per barile, con un ribasso del 4,37%.

Ottimo il livello dello spread, che scende fino a +161 punti base, con un calo di 25 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni che si posiziona all’1,23%.

Tra le principali Borse europee in luce Francoforte, con un ampio progresso dell’1,28%, svetta Londra che segna un importante progresso del 2,24%, e vola Parigi, con una marcata risalita del 2,51%.

Giornata di guadagni per la Borsa di Milano, con il FTSE MIB, che mostra una plusvalenza dello 0,73%, proseguendo la serie di tre rialzi consecutivi, iniziata martedì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share continua la giornata in aumento dello 0,94%. In netto miglioramento il FTSE Italia Mid Cap (+3,05%), come il FTSE Italia Star (1,5%).

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti costruzioni (+6,98%), materie prime (+5,50%) e servizi finanziari (+4,69%).

Nella parte bassa della classifica del listino azionario italiano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti telecomunicazioni (-3,38%), tecnologia (-0,87%) e sanitario (-0,41%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, brilla Fineco, con un forte incremento (+9,17%).

Ottima performance per Buzzi Unicem, che registra un progresso del 7,25%.

Exploit di Azimut, che mostra un rialzo del 7,00%.

Su di giri Leonardo (+6,06%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Telecom Italia, che prosegue le contrattazioni a -4,96%.

Seduta drammatica per Amplifon, che crolla del 4,33%.

Sensibili perdite per Ferragamo, in calo del 3,19%.

In apnea Pirelli, che arretra del 2,09%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, doValue (+16,36%), Carel Industries (+14,29%), Anima Holding (+12,24%) e Cerved Group (+11,15%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Danieli, che continua la seduta con -5,56%.

Tonfo di Technogym, che mostra una caduta del 4,46%.

Lettera su FILA, che registra un importante calo del 2,13%.

Affonda Salini Impregilo, con un ribasso del 2,09%.

(Foto: © Federico Rostagno | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piccoli passi per Piazza Affari, mentre Eurolandia festeggia