Piazza Affari va giù con le banche

(Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari, che chiude le contrattazioni in ribasso, assieme agli altri Eurolistini. Si muove in modesto ribasso lo S&P-500 a Wall Street, evidenziando un decremento dello 0,35%, con gli investitori che restano in attesa del dato sull’inflazione USA, in agenda domani.

Leggera crescita dell’Euro / Dollaro USA, che sale a quota 1,236. Seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.328,5 dollari l’oncia. Lieve calo del petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scende a 58,93 dollari per barile.

Torna a galoppare lo spread, che si posiziona a 133 punti base, con un forte incremento di 7 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento del 2,07%.

Nello scenario borsistico europeo calo deciso per Francoforte, che segna un -0,7%. Piatta Londra  mentre Parigi, registra un ribasso dello 0,60%. A Piazza Affari, il FTSE MIB è in calo (-1,35%) e si attesta su 22.034 punti in chiusura.

Dai dati di chiusura di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 2,45 miliardi di euro, in ribasso (-4,25%), rispetto ai precedenti 2,56 miliardi; mentre i contratti si sono attestati a 266.324, rispetto ai precedenti 277.645, mentre i volumi scambiati sono passati da 1,28 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 1,23 miliardi.

Tra i 225 titoli trattati, 163 hanno chiuso in flessione, mentre 50 azioni hanno terminato la seduta di oggi in progresso. Stabili le restanti 12 azioni.

Andamento negativo a Piazza Affari su tutti i comparti. Nel listino, i settori Telecomunicazioni (-2,23%), Banche (-1,96%) e Assicurativo (-1,81%) sono stati tra i più venduti.

Affondano o perdono terreno tutte le Blue Chip di Milano. Le più forti vendite si sono abbattute sulle banche: in particolare, Banca Generali, che ha terminato le contrattazioni a -4,31%. Seduta drammatica per Unicredit, che crolla del 3,39%. Sensibili perdite per Banco BPM, in calo del 3,24%. 

Tra gli industriali, in apnea Leonardo, che arretra del 2,66%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, IMA (+5,07%), Datalogic (+2,04%), MARR (+1,16%) e Banca Popolare di Sondrio (+1,13%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su IGD, -4,39%. Tonfo di Banca Mediolanum, che mostra una caduta del 4,11%. Lettera su Mutuionline, che registra un importante calo del 3,49%. Affonda Anima Holding, con un ribasso del 3,46%.

Piazza Affari va giù con le banche
Piazza Affari va giù con le banche