Piazza Affari torna a correre insieme ai Listini europei

(Teleborsa) – Partenza in forte rialzo per Piazza Affari e le altre principali Borse del Vecchio Continente, che si allineano al rimbalzo messo a segno da Wall Street e dalle piazze asiatiche (oggi orfane dei listini cinesi).

A dare slancio i segnali di dialogo tra Stati e Cina sulle barriere commerciali dopo la reciproca imposizione di daziche ha fatto temere una guerra commerciale nociva per l’economia globale.

Ricca l’agenda macroeconomica che prevede i PMI, le vendite al dettaglio e i prezzi alla produzione della Zona Euro mentre negli Stati Uniti cresce l’attesa per il Job Report di domani dopo il boom di occupati segnalato da ADP.

Sul valutario l’Euro / Dollaro USA mostra un calo dello 0,23%, favorito dal ritorno di interesse sul biglietto verde.

Tra le commodities l’oro cede lo 0,42%, il petrolio (Light Sweet Crude Oil) sale a 63,61 dollari per barile.

Si riduce di poco lo spread, che si porta a 122 punti base, con un lieve calo di 2 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,74%. Intanto procedono le consultazioni per la formazione del Governo.

Tra i mercati del Vecchio Continente Francoforte avanza dell’1,79%, Londra dell’1,36%, Parigi dell’1,63%.

A Milano, scambia in deciso rialzo il FTSE MIB (+1,52%), che raggiunge i 22.784 punti; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share guadagna l’1,48% rispetto alla seduta precedente, scambiando a 25.037 punti. Positivo il FTSE Italia Mid Cap (+1,18%), come il FTSE Italia Star (1,3%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, vola Fiat Chrysler, con una marcata risalita del 3,02% dopo le forti perdite della vigilia.

Ricoperture anche su CNH Industrial (+2,94%) mentre Telecom Italia registra un progresso del 2,80% su indiscrezioni relative ad un ingresso di CDP nell’azionariato.

Torna il sereno anche su STMicroelectronics, che mostra un rialzo del 2,79% dopo diverse sessioni di passione.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Anima Holding (+2,61%), Datalogic (+2,58%), Piaggio (+2,55%) e Banca Ifis (+2,32%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Vittoria Assicurazioni, che arretra dell’1,01%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari torna a correre insieme ai Listini europei