Piazza Affari tonica in un’Europa cauta

(Teleborsa) – Si apre all’insegna della prudenza la giornata borsistica del Vecchio Continente. Fa meglio Piazza Affari che mostra rialzi frazionali. In Italia si continua a guardare alla Manovra cercando la formula magica per far quadrare i conti. Si attende la fumata bianca entro giovedì, tempo massimo per la delibera della nota aggiuntiva al DEF – Documento di Economia e Finanza.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,175. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.199 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) archivia la giornata con guadagno frazionale dello 0,26%.

Lo Spread migliora, toccando i 233 punti base, con un calo di 10 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,86%.

Tra i listini europei resta vicino alla parità Francoforte (-0,06%). Piccoli passi in avanti per Londra che sale dello 0,21%. Senza spunti Parigi che non evidenzia significative variazioni sui prezzi.

Tonica Piazza Affari, con il FTSE MIB che avanza dello 0,73%. Sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share che guadagna lo 0,70%.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, exploit di Leonardo, che mostra un rialzo del 3,82%. Il Gruppo ha firmato un contratto da 2,4 miliardi di dollari con U.S. Air Force .Ben comprata Banca Generali, che segna un rialzo dell’1,61%. STMicroelectronics avanza dell’1,86%.Si muove in territorio positivo Unicredit, mostrando un incremento dell’1,52%. Le peggiori performance, invece, si registrano su Prysmian, che ottiene -0,33%. Sottotono Ferragamo che mostra una limatura dello 0,33%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari tonica in un’Europa cauta