Piazza Affari tenta il bis in un’Europa svogliata

Frazionale rialzo per Piazza Affari in un’Europa senza direzione dopo guadagni messi a segno la vigilia sull’onda dell’ottimismo per nuove misure di stimolo dalla Banca Centrale Europea e per il sostegno all’economia da parte di altri grandi Istituti centrali, non ultima la Fed.

In una sessione avara di dati macroeconomici (quello market mover per eccellenza, il Job Report USA, arriverà venerdì) l’attenzione si concentrerà ancora sulla stagione delle trimestrali, che sta animando sia la Corporate America che la Corporate Europa, ma anche sull’intervento di stasera del numero uno della BCE, Mario Draghi, in occasione del quale potrebbero essere fornite delucidazioni sulle prossime mosse dell’Eurotower. Alle 19.00 Draghi farà il discorso introduttivo degli “European Cultural Days” organizzati a Francoforte dalla stessa BCE.

Quanto alla Fed, la Banca Centrale americana sta evidentemente rimandando l’exit strategy a causa della tiepida inflazione e del rallentamento della Cina e di altre economie emergenti.

Sul valutario, l’Euro / Dollaro USA scambia con un calo dello 0,33% mentre tra le commodities l’oro è stabile a 1.131,9 dollari l’oncia, il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) si rafforza un po’ fino a 46,52 dollari per barile.

Piccolo passo indietro dello spread, che tocca 107 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,63%.

Tra le principali Borse europee, Francoforte lima lo 0,24%, trainata al ribasso da Volkswagen che paga a sua volta le nuove accuse dell’Epa. Sulla parità Londra e Parigi.

Bene Milano, in rialzo dello 0,68% sul FTSE MIB in una sessione piuttosto erratica.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, ottima performance per Saipem, che recupera le perdite messe a segno ieri a causa di un downgrade e dell’ennesimo calo dei prezzi del greggio.

Il buonumore di di Saipem contagia anche Tenaris mentre Eni rimane un po’ in disparte pur sostando in territorio positivo.

Brillante il lusso capeggiato da YOOX NET-A-PORTER. L’Internet retailer beneficia di un upgrade di Citigroup.

Le peggiori performance, invece, si registrano su A2A e Enel, ieri in corsa grazie alle positive attese sulle remunerazioni alla luce del secondo documento di consultazione diffuso venerdì dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico.

Piazza Affari tenta il bis in un’Europa svogliata
Piazza Affari tenta il bis in un’Europa svogliata