Piazza Affari si riporta a galla ma resta cautela fra le borse in attesa della Fed

(Teleborsa) – Proseguono caute le principali Borse europee e Piazza Affari, che siriporta a cavallo dlela parità, dopo un esordio più sacrificato a causa della debolezza dei bancari.

La cautela è d’obbligo, in attesa della riunione di politica monetaria della Fed che dovrebbe sancire un nuovo aumento dei tassi USA.

L’altro fattore che pesa è il rischio derivante dalle elezioni Presidenziali in Francia, che ha fatto impennare il cambio Euro / Dollaro USA sino a 1,07 USD per poi riportarsi a 1,066.

Ancora in calo il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scende a 48,26 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a 187 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 2,34%.

Tra i listini europei senza spunti Francoforte, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, bilancio positivo per Londra, che vanta un progresso dello 0,30%, ferma Parigi, che segna un quasi nulla di fatto. Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,03% sul FTSE MIB.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, si segnala Saipem, con un incremento dell’1,54%.

Denaro su Banca Mediolanum, che registra un rialzo dell’1,53%.

Guadagno moderato per Ferrari, che avanza dello 0,73%, dopo i festeggiamenti dei 70 anni. 

Le più forti vendite si confermano sui finanziari, con Azimut, che prosegue le contrattazioni a -2,28%. Male anche BPER che scende dell’1,88% e Mediobanca, che segna un -1,25%.

Piazza Affari si riporta a galla ma resta cautela fra le borse in atte...