Piazza Affari segue la scia delle vendite in Europa

(Teleborsa) – Si amplia il rosso di Piazza Affari a metà giornata. Stesso andamento al ribasso anche per le principali Borse europee.

All’indomani della BCE che ha lasciato i tassi di interesse invariati, il presidente, Mario Draghi, lancia l’allarme sull’Italia. Rischiano banche, famiglie e imprese. Prevale la cautela sull’Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,25%. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.235,8 dollari l’oncia. Perde terreno il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 66,33 dollari per barile, con un calo dell’1,49%.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a 316 punti base, con un timido incremento di 6 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 3,51%.

Tra le principali Borse europee sessione nera per Francoforte che lascia sul parterre l’1,67%. Sotto pressione Londra che accusa un calo dell’1,24%. In caduta libera Parigi che affonda del 2,09%.

A Milano, forte calo del FTSE MIB (-1,55%). Profondo rosso per il FTSE Italia All-Share che retrocede dell’1,59%.

Giornata nera a Piazza Affari: tutti i titoli ad alta capitalizzazione sono in perdita. Le peggiori performance si registrano su Saipem, che ottiene -6,32%. Pesante Azimut, che segna una discesa di ben -3,65 punti percentuali. Giornata no per le banche UBI Banca cede il 3,41%. Sensibili perdite per Banco BPM, in calo del 3,33%. Resiste alle vendite ENI che oggi ha annunciato i conti.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Aeroporto di Bologna (+1,13%), Beni Stabili (+1,10%) e Reply (+0,68%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Danieli, che prosegue le contrattazioni a -5,47%. In apnea Falck Renewables, che arretra del 4,98%. Tonfo di Juventus, che mostra una caduta del 4,72%. Lettera su Carel Industries, che registra un importante calo del 4,45%.

Piazza Affari segue la scia delle vendite in Europa