Piazza Affari scivola assieme alle altre Borse europee

(Teleborsa) – Milano è debole assieme alle altre Borse di Eurolandia, che scontano l’attesa per l’aumento dei tassi USA che sarà annunciato dalla Fed domani e per le trimestrali che arriveranno nei prossimi giorni, aprendo la stagione anche in Italia.

Negativo l’Euro / Dollaro USA, in flessione dello 0,78%. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,06%. Giornata di forti guadagni per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in rialzo dell’1,66%.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a +235 punti base, con un timido incremento di 3 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 3,24%.

Nello scenario borsistico europeo seduta negativa per Francoforte, che mostra una perdita dello 0,88%, bilancio positivo per Londra, che vanta un progresso dello 0,51%, e sostanzialmente debole Parigi, che registra una flessione dello 0,41%.

Sessione negativa per Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,90%; sulla stessa linea, vendite diffuse sul FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 23.276 punti. Sotto la parità il FTSE Italia Mid Cap, che mostra un calo dello 0,64%; con analoga direzione, leggermente negativo il FTSE Italia Star (-0,52%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Italgas (+1,32%), Terna (+0,83%), ENI (+0,83%) e Leonardo (+0,80%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su A2A, che continua la seduta con -2,78%.

Lettera su DiaSorin, che registra un importante calo del 2,58%.

Scende BPER, con un ribasso del 2,29%.

Sotto pressione Banca Generali, che accusa un calo del 2,28%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Saras (+4,29%), B.F (+1,99%), Bff Bank (+1,23%) e Intercos (+1,22%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su OVS, che continua la seduta con -4,11%.

Crolla Tod’s, con una flessione del 3,63%.

Vendite a piene mani su Mfe A, che soffre un decremento del 3,52%.

Pessima performance per Mfe B, che registra un ribasso del 3,48%.