Piazza Affari sale più del Vecchio Continente

(Teleborsa) – Seduta in rally a Piazza Affari, che si allinea alla buona giornata delle borse europee.  

La seduta è iniziata all’insegna degli acquisti, ma i listini hanno accelerato dopo la lettura dell’indice IFO che ha visto migliorare oltre ogni attesa, la fiducia delle imprese tedesche.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,05%. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,44%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua gli scambi, con un aumento dell’1,15%, a 49,18 dollari per barile.

Lieve calo dello spread, che scende a 124 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,40%.

Tra gli indici di Eurolandia, buoni spunti su Francoforte, che mostra un ampio vantaggio dell’1,30%, giornata moderatamente positiva per Londra, che sale di un frazionale +0,62%, e buona performance per Parigi, che cresce dello 0,90%.

Piazza Affari continua la sessione in rialzo, con il FTSE MIB che avanza a 18.097 punti; sulla stessa linea, performance positiva per il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata in aumento dell’1,03% rispetto alla chiusura precedente.

In luce sul listino milanese i comparti Telecomunicazioni (+2,76%), Automotive (+2,17%) e Banche (+2,06%).

Nel listino, i settori Materie prime (-0,94%), Beni personali e casalinghi (-0,53%) e Chimici (-0,43%) sono stati tra i più venduti.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo UBI Banca (+6,01%), Banco Popolare (+4,84%), e

 Banca Popolare di Milano (+3,64%) che hanno dato il via libera alla fusione da cui nascerà Banco BPM.

Sale anche Unicredit , nel day after del passo indietro fatto dall’amministratore delegato, Federico Ghizzoni.

Occhi puntati su Telecom Italia  nel giorno dell’assemblea dei soci e su Enel  che in attesa che Cassa Depositi e prestiti riunita in Assemblea prenda una decisione sul dossier Metroweb.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Mediolanum, che prosegue le contrattazioni a -1,81%.

In calo Moncler, che segna un -1,52%.

Sotto pressione Salvatore Ferragamo, con un forte ribasso dell’1,02%.

Tentenna Atlantia, con un modesto ribasso dello 0,99%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari sale più del Vecchio Continente