Piazza Affari ritraccia con gli altri Listini europei

(Teleborsa) – Milano è debole assieme alle altre Borse di Eurolandia, che tirano il fiato dopo un inizio di settimana piuttosto tonico. L’ottimismo sulla ripresa caratterizza ancora il sentiment delgi operatori, soprattutto dopo le rassicurazioni della BCE, ma emergono scontati realizzi, soprattutto nei settori più acquistati negli ultimi giorni. A Piazza Affari occhi puntati sulla formazione del Governo Draghi.

Leggera crescita dell’Euro / Dollaro USA, che sale a quota 1,211. Invariato lo spread, che si posiziona a +96 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,50%.

Tra le principali Borse europee giornata fiacca per Francoforte, che segna un calo dello 0,59%, più stabile Londra, che riporta una limatura dello 0,09%, vicino alla parità anche Parigi (-0,05%). Il listino milanese continua la seduta in rosso, con il FTSE MIB che lima lo 0,47%, risentendo di qualche presa di profitto.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, buoni spunti su DiaSorin, che mostra un ampio vantaggio dell’1,97%.

Ben impostata ENI, che mostra un incremento dell’1,60%.

Tonica Amplifon che evidenzia un bel vantaggio dell’1,50%.

Performance modesta per Moncler, che mostra un moderato rialzo dello 0,74%.

Le più forti vendite su Buzzi Unicem, che prosegue le contrattazioni a -2,06%.

Scivola Enel, con un netto svantaggio dell’1,79%.

In rosso Unipol, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,36%.

Spicca la prestazione negativa di Fineco, che scende dell’1,34%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Credem (+3,19%), Sesa (+3,02%), Banca MPS (+1,59%) e IREN (+1,20%).

Le più forti vendite su Banca Popolare di Sondrio, che prosegue le contrattazioni a -2,72%.

Autogrill scende dell’1,83%.

Calo deciso per Cattolica Assicurazioni, che segna un -1,81%.

Sotto pressione Mediaset, con un forte ribasso dell’1,77%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari ritraccia con gli altri Listini europei