Piazza Affari resta al top in Europa. Attesi Fed e risultati voto Olanda

(Teleborsa) – Giornata positiva per le borse europee e per Piazza Affari, che si conferma al top in un panorama più cauto de mercati continentali. Gli investitori sono rimasti alla finestra in attesa di conoscere i risultati del voto in Olanda, primo test per la stabilità dell’Area Euro, e le decisioni della Fed sui tassi USA. 

Un rialzo dei tassi è largamente atteso, ma sarà più interessante capire se ci sarà un mutamento delle previsioni economiche e quali indicazioni darà Janet Yellen sulla tempistica dei rialzi. 

Frattanto, sul mercato dei cambi, l’Euro / Dollaro USA avanza a quota 1,063. L’Oro è “congelato sui 1.200 dollari l’oncia. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo dell’1,87%, dopo i dati sulle scorte.

Retrocede di poco lo spread, che raggiunge quota 187 punti base, mostrando un piccolo calo di 4 punti, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,28%.

Nello scenario borsistico europeo resta vicino alla parità Francoforte (+0,18%), piatta Londra, che tiene la parità, e seduta senza slancio per Parigi, che riflette un moderato aumento dello 0,23%.

Seduta migliore per il listino milanese, che porta a casa un guadagno dell’1,21% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, giornata di guadagni per il FTSE Italia All-Share, che termina la giornata a 21.699 punti. In moderato rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,3%); senza direzione il FTSE Italia Star (-0,01%).

Nella Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,33 miliardi di euro, in calo di 322,7 milioni di euro, rispetto ai 2,66 miliardi della vigilia; i volumi si sono attestati a 0,72 miliardi di azioni, rispetto ai 0,84 miliardi precedenti.

Tra i 217 titoli trattati, 134 azioni hanno chiuso la sessione odierna in progresso, mentre 77 hanno chiuso in ribasso. Invariati i restanti 6 titoli.

Buona la performance a Milano dei comparti Materie prime (+2,32%), Beni e servizi per l’industria (+1,90%) e Banche (+1,46%). Tra i peggiori della lista del listino azionario italiano, in maggior calo i comparti Chimico (-3,91%) e Vendite al dettaglio (-2,21%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, exploit di Leonardo, che mostra un rialzo del 7,75%, grazie a risultati in crescita ed al ritorno della cedola.

Su di giri Unipol (+3,54%) e Banco BPM (+2,63%).

Effervescente CNH Industrial, con un progresso del 2,35%.

Fra i più forti ribassi, invece, si segnala Ferragamo, che ha archiviato la seduta a -2,27%. Nel lusso soffre anche Yoox, che segna un -1,83%.

Piazza Affari resta al top in Europa. Attesi Fed e risultati voto ...