Piazza Affari resiste alle vendite in Europa

(Teleborsa) – Chiusura incolore per la Borsa di Milano mentre archiviano la giornata in deciso calo la maggior parte dei mercati europei.

Dall’altra parte dell’oceano, sostanzialmente debole l’andamento di Wall Street. L’indice S&P-500 registra una flessione dello 0,39%, mentre  gli operatori guardano alla testimonianza del Presidente della Fed, Janet Yellen al Congresso.

L’incertezza la fa da padrona sui listini azionari, mentre gli investitori si domandano cosa avverrà dopo che Donald Trump ha conquistato la Casa Bianca.Osservato speciale il programma economico del nuovo Presidente degli Stati Uniti.

Seduta in frazionale ribasso per l’Euro / Dollaro USA che lascia, per ora, sul parterre lo 0,45%.

L’Oro crolla a 1.230,3 dollari l’oncia, lasciando sul tavolo il 2,19%. Giornata da dimenticare per il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 43,31 dollari per barile, con un ribasso del 3,02%.

Aumenta lo spread che si attesta a 173 punti base con un deciso avanzamento di 13 punti base.Il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento del 2,04%.

Tra i listini europei seduta senza slancio per Francoforte che riflette un moderato aumento dello 0,36%. Calo deciso per Londra
che segna un -1,43%. Sotto pressione Parigi che scivola dello 0,92%.

Piazza Affari archivia la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,04% sul FTSE MIB. Sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share che rimane a 18.418 punti.

Si distinguono a Piazza Affari i settori Automotive (+3,55%), Chimico (+2,17%) e Servizi per la finanza (+2,14%).

Nel listino, le peggiori performance sono state quelle dei settori Telecomunicazioni (-2,13%), Costruzioni (-1,75%) e Vendite al dettaglio (-1,51%).

Tra i best performers di Milano, si distinguono UBI Banca (+8,32%). Gli investitori hanno apprezzato la trimestrale annunciata in mattinata, che ha evidenziato un terzo trimestre in miglioramento in linea con i target.

In salita Unipol (+7,40%) sulla scia dei conti.

Balzo di Fiat Chrysler Automobiles (+5,63%) e UnipolSai (+3,95%).

Lieve rialzo per Il Sole 24 Ore, mentre Del Torchio ha preannunciato le dimissioni dal gruppo.

Scivola, invece, Unicredit. Oggi Poste, Cdp e Anima hanno presentato un’offerta per l’acquisto di Pioneer.

I più forti ribassi si abbattono su Prysmian -4,19%.

Lettera su Buzzi Unicem che registra un importante calo del 2,64%.

In apnea Banca MPS che arretra del 2,64%.

Tonfo di Telecom Italia (-2,39%) dopo le indicazioni di Credit Suisse.

Piazza Affari resiste alle vendite in Europa
Piazza Affari resiste alle vendite in Europa