Piazza Affari resiste alle vendite. Europa in calo

(Teleborsa) – Si spegne l’entusiasmo sulle principali borse europee dopo aver tagliato il traguardo di metà seduta con gli indici positivi.

Il recupero avviato ieri pomeriggio dopo il colpo accusato per l’elezione a sorpresa del repubblicano Donald Trump alla Casa Bianca ha lasciato lo spazio all’incertezza.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità con un calo dello 0,46%. Perde terreno l’oro che scambia a 1.264,6 dollari l’oncia ritracciando dell’1,01%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) perde l’1,13% e continua a trattare a 44,76 dollari per barile.alza in alto lo spread, posizionandosi 160 punti base, con un incremento di 3 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,91%.

Nello scenario borsistico europeo nulla di fatto per Francoforte che chiude sulla parità. Calo deciso per Londra, che segna un -1,21%. In calo Parigi che scivola dello 0,28%.

A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 16.804 punti. Sulla stessa linea intorno alla parità il FTSE Italia All-Share che chiude la giornata a 18.397 punti. 

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori Materie prime (+3,55%), Banche (+3,45%) e Chimico (+2,68%).

Nel listino, le peggiori performance sono state quelle dei settori Utility (-4,16%), Sanitario (-3,28%) e Alimentare (-3,17%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione incandescente Fiat Chrysler Automobiles che vanta un incisivo incremento del 7,82%.

In primo piano Banca Popolare di Milano che mostra un forte aumento del 5,77%.

Decolla Banco Popolare con un importante progresso del 5,66%.

Chiude in corsa Unicredit  che oggi ha tolto il velo sui conti.

Incandescente Azimut che vanta un incisivo incremento del 5,53%. Il gruppo ha annunciato per il terzo trimestre un utile netto quasi raddoppiato.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Italgas che archivia le contrattazioni a -7,00%.

In apnea A2A che arretra del 5,13% dopo aver annunciato i conti.

Tonfo di Snam, che mostra una caduta del 4,96%.

Lettera su Campari che registra un importante calo del 4,80%.

Sul listino completo, chiude in buon rialzo Italiaonline che ha annunciato un utile di periodo in forte miglioramento.

In calo Banzai (-1,76%) che cambierà nome in ePrice.

Exploit di Piquadro che ha rilevato il marchio di pelletteria di lusso The Bridge.

Piazza Affari resiste alle vendite. Europa in calo