Piazza Affari resiste al vento di vendite in Europa

(Teleborsa) – Si conclude ancora una  giornata in rosso per le principali piazze europee, mentre la borsa di Milano chiude poco sotto la linea di parità. Le piazze  europee, già partite depresse hanno continuato la seduta sotto la linea di parità, zavorrate dal PMI della Zona Euro  che ha confermato un tasso d’espansione modesto dell’attività economica mentre le vendite al dettaglio hanno registrato un brusco calo mensile.  

 Anche negli States, i dati si sono mostrati  a due velocità con il dato sugli occupati ADP che ha mostrato un rallentamento dell’occupazione nel settore privato non agricolo negli Stati Uniti. Un dato molto importante questo che precede e anticipa i numeri del  job report di  venerdì prossimo.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,06%. Sessione debole per l’oro, che scambia con un calo dello 0,39%. Lieve aumento del petrolio (Light Sweet Crude Oil) che sale a 43,75 dollari per barile.

Piccolo passo in avanti dello spread, che raggiunge quota 129 punti base.

Tra le principali Borse europee, seduta negativa per Francoforte, che chiude gli scambi con una perdita dello 0,99%, sotto pressione Londra, che accusa un calo dell’1,19%, e scivola Parigi, con un netto svantaggio dell’1,09%.

Sostanzialmente stabile Piazza Affari, che archivia la sessione sui livelli della vigilia, con il FTSE MIB che si ferma a 17.935,67 punti. Sulla stessa linea, rimane ai nastri di partenza il FTSE Italia All-Share, che si posiziona a 19.611 punti, in prossimità dei livelli precedenti.

In buona evidenza a Milano i comparti Chimici (+1,54%), Telecomunicazioni (+1,35%) e Sanitario (+1,20%). Nel listino, i settori Tecnologici (-1,99%), Vendite al dettaglio (-1,72%) e Banche (-0,99%) sono stati tra i più venduti.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo UBI Banca (+1,74%), Poste Italiane (+2,28%), A2A (+0,66%) e Banco Popolare (+4,09%). chiude in calo Fiat Chrysler Automobiles, che cede lo 0,80% nonostante sia arrivatala conferma dell’accordo raggiunto con Google per l’auto senza pilota.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su STMicroelectronics -3,24% in fondo al listino.

Dopo lo strepitoso debutto di ieri Technogym continua a correre: +6,02%.

Brilla Maire Tecnimont +3,41%, grazie a nuove commesse.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari resiste al vento di vendite in Europa