Piazza Affari recupera terreno ma è ancora debole. Positivi i listini europei

(Teleborsa) – Recupera terreno la Borsa di Milano che  dopo un avvio in netto ribasso ora si mostra poco sotto la linea di  parità.

Tutti segni più invece per i listini europei, vedono aumentare, per il secondo mese consecutivo, l’indice finale destagionalizzato PMI sul Manifatturiero dell’Eurozona.

A Milano il sentiment rimane incerto, con il listino penalizzato da comparto bancario che, all’indomani del varo del Fondo Atlante, attende novità sulla quotazione della Popolare di Vicenza. 

L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,34%. Seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.299,3 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) in calo (-0,72%) si attesta su 45,59 dollari per barile.

Tra le principali Borse europee, buoni spunti su Francoforte, che mostra un ampio vantaggio dello 0,80%, Londra, rimane chiusa per festività, mentre Parigi  segna un incremento marginale dello 0,30%.

A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 18.562 punti, con uno scarto percentuale dello 0,21%; sulla stessa linea, si muove al ribasso il FTSE Italia All-Share, che perde lo 0,24%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in primo piano Fiat Chrysler Automobiles, che mostra un forte aumento del 3,06%.

Decolla Ferrari, con un importante progresso del 2,72%, nel giorno in cui si attendono i conti

In evidenza Cnh Industrial, che mostra un fortissimo incremento del 2,39%.

Svetta Exor che segna un importante progresso del 2,04%. I più forti ribassi, invece, si verificano su UBI Banca, che continua la seduta con -5,08%.

Affonda Banco Popolare, con un ribasso del 3,97%.

Crolla Banca Mps, con una flessione del 3,96%.

Vendite a piene mani su Saipem, che soffre un decremento del 3,33%.

Piazza Affari recupera terreno ma è ancora debole. Positivi i listini...