Piazza Affari prosegue in rosso con le altre borse europee

(Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, che scontando le incertezze di carattere economico, dopo che la Bank og England ha confermato una politica espansiva e un quadro ancora critico per a ripresa.

L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,185. Lieve aumento dell’oro, che aggiorna i record a 2.051 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta poco sotto la parità con una variazione negativa dello 0,69%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +147 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,95%.

Tra i mercati del Vecchio Continente nulla di fatto per Francoforte, che passa di mano sulla parità, seduta negativa per Londra, che mostra una perdita dell’1,29%, e tentenna Parigi, che cede lo 0,54%.

Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,68%, interrompendo la serie di tre rialzi consecutivi, iniziata lunedì scorso; sulla stessa linea, si posiziona sotto la parità il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 21.432 punti.

Poco sotto la parità il FTSE Italia Mid Cap (-0,36%); sulla stessa tendenza, sotto la parità il FTSE Italia Star, che mostra un calo dello 0,41%.

Risultato positivo a Piazza Affari per il settore costruzioni, con un +1,59% sul precedente.

Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti materie prime (-3,47%), viaggi e intrattenimento (-1,97%) e alimentare (-1,42%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, incandescente BPER, che vanta un incisivo incremento del 4,20%.

Andamento positivo per Buzzi Unicem, che avanza di un discreto +1,41%.

Ben comprata DiaSorin, che segna un forte rialzo dell’1,33%.

Unipol avanza dell’1,28%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Tenaris, che prosegue le contrattazioni a -3,47%.

In caduta libera Pirelli, che affonda del 3,17%.

Sotto pressione Unicredit, che accusa un calo del 2,20%.

Scivola Amplifon, con un netto svantaggio dell’1,90%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Carel Industries (+5,09%), Tod’s (+3,02%), Banca MPS (+2,91%) e Banca Ifis (+1,45%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Saras, che ottiene -4,89%.

Pesante Datalogic, che segna una discesa di ben -3,47 punti percentuali.

Seduta drammatica per ASTM, che crolla del 3,23%.

Sensibili perdite per Falck Renewables, in calo del 2,96%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari prosegue in rosso con le altre borse europee