Piazza Affari più cauta delle altre borse. Nervosa prima del voto sulla Brexit

(Teleborsa) – Le borse europee si confermano caute e Piazza Affari in rosso a metà giornata, dopo essersi indebolita nel corso della mattinata in seguito ad un esordio piuttosto tranquillo.

In una giornata povera di spunti sul fronte macroeconomico, l’attenzione resta puntata sulla Brexit, alla vigilia del referendum sulla permanenza della Gran Bretagna in UE. Nell’incertezza dei sondaggi, che restano in bilico, il motto è prudenza nelle sale operative.

L’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,36%. Lo Spread migliora, toccando i 137 punti base, con un calo di 3 punti base rispetto al valore precedente, a fronte di un rendimento del BTP decennale pari all’1,42%.

Tra i mercati del Vecchio Continente, seduta senza slancio per Francoforte, che riflette un moderato aumento dello 0,57%, piccoli passi in avanti per Londra, che segna un incremento marginale dello 0,27%, giornata moderatamente positiva per Parigi, che sale di un frazionale +0,36%. A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 17.361 punti, con uno scarto percentuale dello 0,41%.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, vi sono tech e tlc con STMicroelectronics che guadagna l’1,44% e Telecom Italia l’1,02%.

Bene anche UnipolSai (+0,57%) e Finecobank (+0,56%).

Fra i più forti ribassi si segnala Banca MPS, che continua la seduta con -1,69%.

Soffre Saipem, che evidenzia una perdita dell’1,31%.

Calo deciso per YOOX NET-A-PORTER, che segna un -1,26%.

Sotto pressione Recordati, con un forte ribasso dell’1,21%.

Piazza Affari più cauta delle altre borse. Nervosa prima del voto sul...