Piazza Affari piatta. Vivace FCA

(Teleborsa) – Le principali borse europee tagliano il traguardo di metà seduta confermando la debolezza dell’avvio complici i timori degli investitori sulla capacità dell’amministrazione Trump di avanzare nella sua agenda politica, dopo la decisione di “silurare” il capo strategist della Casa Bianca, Bannon. Il licenziamento, di per sé non ha colto di sorpresa i mercati, ma ha alimentato le preoccupazioni che Trump non sia capace di adempiere alle promesse economiche fatte in campagna elettorale.

L’attenzione degli addetti ai lavori, resta puntata questa settimana sul simposio di Jackson Hole dove saranno presenti i principali banchieri centrali tra cui il governatore della Federal Reserve, Janet Yellen, e il presidente della BCE, Mario Draghi.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,174. Nessuno spunto di rilievo dall’agenda macroeconomica odierna mentre nel corso della settimana si attendono dati importanti fra cui gli indici tedeschi Zew e IFO, i Markit PMI dell’Eurozona e degli Stati Uniti e i PIL di Germania e Regno Unito.

Lieve aumento per l’oro, che mostra un rialzo dello 0,27%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 48,51 dollari per barile. Occhi puntati sulla riunione tecnica dei paesi OPEC a Vienna, nella quale si discuteranno nuovi tagli alla produzione di greggio.

Invariato lo spread, che si posiziona a 160 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 2,00%.

Tra gli indici di Eurolandia discesa modesta per Francoforte, che cede lo 0,33%. Senza spunti Londra, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi. Dimessa Parigi, con un calo frazionale dello 0,35%. Poco mosso anche il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 21.785 punti. 

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti Automotive (+1,07%) e Servizi per la finanza (+0,46%). Tra i peggiori della lista del listino azionario italiano, in maggior calo i comparti Viaggi e intrattenimento (-1,15%), Chimico (-0,75%) e Telecomunicazioni (-0,45%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Fiat Chrysler (+3,27%) dopo la smentita del gruppo automobilistico su eventuali approcci da parte dei cinesi di Great Wall Motors. Sulla sua scia corre Exor (+0,57%).

Tra i finanziari, tiene Unipol (+0,53%) mentre le peggiori performance, si registrano su BPER, che ottiene -1,06%. Giornata fiacca per Banco BPM, -0,90%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Mutuionline (+2,87%), Maire Tecnimont (+2,50%), ASTM (+2,08%) e Cairo Communication (+1,28%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Sogefi, che prosegue le contrattazioni a -1,89%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari piatta. Vivace FCA