Piazza Affari piatta. Europa in calo

(Teleborsa) – Si muovono senza direzione le principali borse europee confermando l’intonazione prudente mostrata nel corso della mattinata. La giornata è povera di spunti: sul fronte macro sono stati diffusi i numeri sull’inflazione in Italia.

Nel frattempo, è iniziato il conto alla rovescia per l’avvio della stagione degli utili a Piazza Affari. Iniziano ad alzare il velo sui contile banche: si parte domani con Intesa Sanpaolo, mentre mercoledì sono attesi i risultati di Unicredit e Banco BPM. Nei giorni a seguire MPS, Banca Generali, BPER.

Sul mercato Forex, stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,145. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,48%. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,22%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +259 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,75%.

Tra i mercati del Vecchio Continente deludente Francoforte, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia. Londra avanza dello 0,29% mentre Parigi, mostra un piccolo decremento dello 0,53%. Piazza Affari mostra una variazione pari a -0,1% sul FTSE MIB.

Buona la performance a Milano dei comparti chimico (+2,13%), telecomunicazioni (+1,91%) e sanitario (+1,01%). Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti viaggi e intrattenimento (-1,50%), automotive (-1,14%) e bancario (-0,69%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Telecom Italia (+2,44%) con CDP favorevole alla rete unica nazionale.

Tra le banche, bene Fineco (+2,07%). Per contro Unicredit, segna un -1,43%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Juventus, che continua la seduta con -2,54%.

Lettera su Fiat Chrysler, che registra un importante calo del 2,06% dopo le immatricolazioni di gennaio.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, SOL (+3,24%), Zignago Vetro (+2,62%), Sias (+2,42%) e Reply (+2,40%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Gima TT, che continua la seduta con -4,83%.

Piazza Affari piatta. Europa in calo