Piazza Affari parte meglio del resto d’Europa, Cautela in vista della Fed

(Teleborsa) – Esordio cauto per le borse europee e per Piazza Affari, anche se il Listino tricolore tenta subito un piccolo recupero, di riflesso alle speculazioni su alcuni titoli a grande capitalizzazione. 

A rendere prudenti gli operatori, che si sono mostrati titubanti anche in Asia, è l’attesa per il meeting della Fed, che dovrenne confermare le attese di un rialzo dei tassi d’interesse USA. 

Ingessato l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,063. Lo Spread fa un piccolo passo indietro a 149 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,83%.

Tra i listini europei appare debole Francoforte con un -0,19%, anche Londra cede lo 0,19%, mentre si muove con più difficoltà Parigi, che registra un decremento dello 0,40%. Piccolo spunto rialzista per il Listino milanese, con il FTSE MIB che recupera lo 0,19%. .

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, svetta Mediaset che segna un importante progresso del 5,80%, proseguendo il rally in scia alla scalata di Vivendi. 

Abbastanza ben impostate le banche, nonostante il severo giudizio di Moody’s. Volano Banco Popolare (+2,23%) e Banca Popolare di Milano (+2,03%). Andamento positivo anche per UBI Banca, che avanza di un discreto +1,36%. Sottotono Unicredit che mostra una limatura dello 0,85%, dopo l’exploit di ieri, e Banca MPS che ced elo 0,88%, dopo aver confermato la ricezione della lettera della BCE.  

Le più forti vendite si manifestano su Campari, che apre le contrattazioni a -1,39%.

Contrazione moderata per Buzzi Unicem, che soffre un calo dello 0,87%.

Dimessa Snam, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Piazza Affari parte meglio del resto d’Europa, Cautela in vista ...