Piazza Affari nuovamente schiava della speculazione sulle banche

(Teleborsa) – Giornata drammatica per Piazza Affari, che scambia in pesante ribasso, con la speculazione che si è nuovamente accanita sulle banche dopo l’ultima vicenda MPS. A soffrire in particolari tutti i finanziari, assicurativi compresi.

A Milano il FTSE MIB registra una discesa del 2%, la peggiore in Europa, toccando 16.341 punti. 
Scivolano sul listino milanese tutti i settori. Le peggiori performance sono quelle delle Banche (-2,82%), Chimici (-2,82%) e Assicurativi (-2,68%).

Nessuna Blue Chip mette a segno un rialzo. In testa alle perdite Unipol, con un -3,56%, tallonata da UnipolSai, che arretra del 3,32%. Tonfo di Banca Popolare di Milano, che mostra una caduta del 3,11%. Lettera su Intesa Sanpaolo, che registra un importante calo del 3,05%. 

Intanto balza in alto lo spread, posizionandosi 119 punti base, con un incremento di 2 punti base.

Tra gli indici di Eurolandia, Francoforte evidenzia una perdita dello 0,85%, Londra un calo frazionale dello 0,22% e Parigi una flessione dello 0,92%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari nuovamente schiava della speculazione sulle banche