Piazza Affari maglia rosa in Europa

(Teleborsa) – Ottima giornata per la Borsa di Milano, che svetta sui principali listini europei, rimasti ai nastri di partenza. Christine Lagarde, presidente della Banca centrale europea, ha detto che Francoforte prevede di aumentare ulteriormente i tassi e che la BCE dovrà anche “normalizzare gli altri strumenti e rafforzare così l’impulso della politica dei tassi”.

La numero uno di Francoforte ha anche sottolineato che, in un ambiente economico caratterizzato da “shock multipli e profonda incertezza”, l’Eurozona non deve annacquare la regolamentazione del settore bancario rischiando di ritrovarsi con banche più deboli e, in definitiva, meno credito all’economia.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,035. Sessione debole per l’oro, che scambia con un calo dello 0,36%. Forte riduzione del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (-3,21%), che ha toccato 79,02 dollari per barile.

Ottimo il livello dello spread, che scende fino a +184 punti base, con un calo di 10 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni che si posiziona al 3,87%.

Tra i listini europei buona performance per Francoforte, che cresce dell’1,23%, sostanzialmente tonico Londra, che registra una plusvalenza dello 0,53%, e sostenuta Parigi, con un discreto guadagno dell’1,04%. Segno più in chiusura per il listino italiano, con il FTSE MIB in aumento dell’1,38%. In serata è atteso il giudizio di Fitch sull’Italia con l’attesa di una conferma del rating a BBB con outlook stabile.
Nella Borsa di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,14 miliardi di euro, in aumento rispetto agli 1,92 miliardi della seduta precedente; mentre i volumi scambiati quest’oggi sono passati da 0,56 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,62 miliardi.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Enel (+3,14%), CNH Industrial (+2,98%), Iveco (+2,73%) e Pirelli (+2,26%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Azimut, che ha archiviato la seduta a -1,23%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Luve (+3,90%), Banca Ifis (+3,29%), Webuild (+3,04%) e Cementir Holding (+2,89%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Alerion Clean Power, che ha chiuso a -2,21%.

Si concentrano le vendite su CIR, che soffre un calo dell’1,86%.

Vendite su GVS, che registra un ribasso dell’1,55%.

Deludente Salcef Group, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Tra le grandezze macroeconomiche più importanti:

Venerdì 18/11/2022
01:30 Giappone: Prezzi consumo, annuale (preced. 3%)
08:00 Regno Unito: Vendite dettaglio, mensile (atteso 0,3%; preced. -1,5%)
08:00 Regno Unito: Vendite dettaglio, annuale (atteso -6,5%; preced. -6,8%)
16:00 USA: Vendita case esistenti (atteso 4,38 Mln unità; preced. 4,71 Mln unità)
16:00 USA: Vendita case esistenti, mensile (preced. -1,5%).