Piazza Affari maglia rosa in Europa

(Teleborsa) – Finale al rialzo per la borsa di Milano trainata dalla buona performance dei titoli bancari e incurante dell’avvertimento giunto dal Fondo Monetario Internazionale, nel suo rapporto 2018 Article IV sull’economia italiana. La crescita in Italia “è rallentata, il rischio di una recessione è aumentato” e – spiega l’FMI – sebbene “gli stimoli fiscali programmati potrebbero far aumentare temporaneamente la crescita, i crescenti costi di funding per le banche”, dovuti all’innalzamento dello spread, e il rischio sovrano “minano una ulteriore crescita”.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,23%. Prevale la cautela sull’oro, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,27%. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dello 0,93%.

Avanza di poco lo spread, che si porta a +266 punti base, evidenziando un aumento di 4 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,82%.

Tra i mercati del Vecchio Continente fiacca Francoforte, che mostra un piccolo decremento dello 0,38%. Andamento cauto per Londra, -0,06%, seguita da Parigi, -0,08%. Segno più in chiusura per il listino italiano, con il FTSE MIB in aumento dello 0,82%.

Alla chiusura di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,09 miliardi di euro, con un incremento del 23,45%, rispetto ai precedenti 1,69 miliardi di euro; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,75 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,84 miliardi, mentre i contratti si sono attestati a 224.073, rispetto ai precedenti 202.114.

A fronte dei 221 titoli scambiati, sono giunte richieste di acquisto per 131 azioni. In lettera invece 75 titoli. Pressoché stabili le rimanenti 15 stocks.

Buona la performance a Milano dei comparti tecnologia (+4,30%), bancario (+2,93%) e beni per la casa (+1,11%). Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti vendite al dettaglio (-0,59%) e petrolio (-0,51%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo STMicroelectronics (+5,07%), Unicredit (+4,36%), UBI Banca (+3,73%) e Intesa Sanpaolo (+2,39%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Generali Assicurazioni, che ha terminato le contrattazioni a -0,59%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, RCS (+4,93%), Credito Valtellinese (+3,76%), OVS (+3,72%) e Banca MPS (+3,17%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Saras, che ha terminato le contrattazioni a -2,61%.

Piazza Affari maglia rosa in Europa