Piazza Affari è la peggiore all’esordio. Giù le banche ma Mediobanca festeggia i conti

(Teleborsa) – Giornata drammatica per Piazza Affari, che è la peggiore in Europa in avvio. Gli altri Eurolistini infatti mostrano perdite frazionali, mentre a Milano pesano i bancari e la performance negativa di alcune società che hanno pubblicato i risultati trimestrali.

Agenda povera di dati macroeconomici: in mattinata focus sulla produzione in Regno uniti, mentre nel pomeriggio sono attesi solo i dati sulle scorte di greggio., Nel frattempo, il petrolio sta ritracciando sui mercati, con il Light Crude  che perde lo 0,92% a 44,25 dollari per barile.

Lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,23%. Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 137 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,48%.

Tra gli indici di Eurolandia, piccola perdita per Francoforte, che segna un -0,61%, tentenna Londra, che cede lo 0,30%, sotto pressione Parigi, con un più forte ribasso dello 0,85%. La peggiore è la Borsa di Milano, che accusa una flessione dell’1,41% sul FTSE MIB.

Tra i best performers di Milano, si segnala Moncler (+3,74%), dopo i risultati trimestrali.

Bene anche Cnh Industrial (+1,71%), dopo un collocamento obbligazionario. 

In luce Mediobanca (+1,27%), che ha annunciato numeri superiori alle attese.

Le altre banche sono fra i peggiori di oggi, soprattutto Banco Popolare, che crolla del 6,45%, dopo aver chiuso il trimestre in rosso. Lettera anche su Banca Popolare di Milano (-3,86%) dopo i conti e l’annuncio della chiusura positiva della due diligence per la fusione. Affonda anche UBI Banca, con un ribasso del 3,74%, tallonata da Banca MPS, con una flessione del 3,36%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari è la peggiore all’esordio. Giù le ba...