Piazza Affari inverte rotta e passa in negativo

(Teleborsa) – Repentino cambio di rotta per Piazza Affari che passa in territorio negativo a fronte di una cauta tenuta dei mercati europei. 

Sessione debole per l’Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,34% in una giornata ricca di dati macroeconomici. L’indice tedesco IFO cresciuto a sorpresa, l’inflazione in Italia confermata in ripresa, la seconda stima relativa al PIL del Regno Unito. Atteso anche un aggiornamento sull’inflazione dell’Eurozona, la cui lettura dovrebbe confermare l’1,8% annuo della prima stima. 

L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,07%. Sostanzialmente stabile il mercato petrolifero, che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 54,23 dollari per barile.

Aumenta di poco lo spread, che si porta a 194 punti base, con un lieve rialzo di 4 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,23%.

Tra gli indici di Eurolandia andamento cauto per Francoforte, che mostra una performance pari a +0,2%. Si muove in modesto rialzo Londra, evidenziando un incremento dello 0,20%. Bilancio positivo per Parigi, che vanta un progresso dello 0,44%. Prevale la cautela a Piazza Affari, con il FTSE MIB che continua la seduta con un calo dello 0,44%: oggi la Commissione europea presenterà il suo rapporto sul debito italiano.

In buona evidenza a Milano i comparti Tecnologico (+1,74%), Costruzioni (+0,82%) e Beni personali e casalinghi (+0,63%). Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti Banche (-1,58%), Servizi per la finanza (-0,95%) e Media (-0,65%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, decolla STMicroelectronics, con un importante progresso del 2,25% grazie a un upgrade.

Sostanzialmente tonico Luxottica, che registra una plusvalenza dello 0,88%.

Nelle costruzioni, guadagno moderato per Buzzi Unicem, che avanza dello 0,82%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Banca Mediolanum, -3,95%, che ha deluso il mercato con l’outlook sulle commissioni di performance e sul net interest. Gli esperti di Banca Akros hanno tagliato il giudizio a neutral.

Sessione nera per Banco BPM, che lascia sul tappeto una perdita del 3,74%. In caduta libera Azimut, che affonda del 2,70%.
Pesante Unicredit, che segna una discesa di ben -2,07 punti percentuali.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari inverte rotta e passa in negativo