Piazza Affari in rosso con le altre borse temendo il ribaltone alle Presidenziali USA

(Teleborsa) – Avvio di settimana negativo per Piazza Affari e le altre Borse europee, che scontano le incertezze alimentate dalla notizia della riapertura dell’inchiesta FBI sulle email Hillary Clinton, che rimette in gioco la corsa alla Casa Bianca. Questa evoluzione ha pesato anche sulle borse asiatiche, che hanno chiuso la giornata tentennanti.

Dal fronte macro, brutti dati sono arrivati dal commercio al dettaglio in Germania, che seguono quello anche più deludente sulle vendite in Giappone. 

Sessione debole per sull’Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,20%. Sulla parità lo spread, che rimane a quota 142 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,58%.

Tra le principali Borse europee tentenna Francoforte, con un ribasso dello 0,24%, discesa modesta per Londra, che cede un piccolo -0,28%, pensosa Parigi, con un calo frazionale dello 0,38%. Il listino milanese apre la seduta sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,56%.

Unica Blue Chip di Milano a ottenere un buon risultato Exor, che segna un aumento dello 0,65%.

Le più forti vendite si riversano su Banca MPS, che apre le contrattazioni a -4,76%, confermando un’elevatissima volatilità, in vista della realizzazione del piano. 

Calo deciso per Unipol, che segna un -1,84%, ed UnipolSai, con un forte ribasso dell’1,67%.

Soffre Finecobank, che evidenzia una perdita dell’1,54%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari in rosso con le altre borse temendo il ribaltone alle Pr...