Piazza Affari in ribasso insieme all’Europa

(Teleborsa) – Avvio al ribasso per l’azionario europeo con Piazza Affari che segue le orme depresse dell’Europa. Ieri la borsa milanese ha chiuso in rialzo trainata dal comparto bancario che ha beneficiato della notizia che Intesa Sanpaolo si è fatta avanti per acquisire le banche venete.

Scarna l’agenda macro, con il solo dato francese sul sentiment delle imprese manifatturiere che si è mostrato ai massimi dai sei anni.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,116. Sostanzialmente stabile l’oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.252,6 dollari l’oncia. Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,31%. Il greggio scivola ai minimi da 10 mesi a causa dell’aumento dell’offerta USA.

Nello scenario borsistico europeo tentenna Francoforte, con un modesto ribasso dello 0,25%. Giornata fiacca per Londra che mostra un calo dello 0,34%. Frazionali i cali di Parigi che retrocede dello 0,45%.

A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB che scende dello 0,64%. Sulla stessa linea, si muove al ribasso il FTSE Italia All-Share che perde lo 0,62%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, guadagno moderato per Italgas che avanza dello 0,78%.

Piccoli passi in avanti per Campari che segna un incremento marginale dello 0,39%.

Le peggiori performance, invece, si registrano sui bancari che tirano il fiato dopo la corsa di ieri.

Sotto pressione Unicredit, con un forte ribasso dell’1,61%.

In calo Banco BPM che scivola dell’1,79%.

In discesa i petroliferi che scontano il calo dei prezzi del greggio.

Saipem  scivola dell’1,48%. In discesa ENI (-1,02%).

Tiene Tenaris che resiste alle vendite.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari in ribasso insieme all’Europa