Piazza Affari in rialzo in Europa cauta

(Teleborsa) – Valori in leggero rialzo per la Borsa di Milano, mentre il resto di Eurolandia viaggia sulla parità. Gli investitori hanno difficoltà nello scegliere una direzione precisa a causa delle incertezze legate al conflitto in Ucraina e alla politica monetaria delle banche centrali. Intanto, i leader occidentali (compreso il presidente USA Joe Biden) sono riuniti a Bruxelles per affrontare la crisi geopolitica. Discuteranno nuove sanzioni contro Mosca e la possibilità di inmiare altri militari sul versante orientale.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,098. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.947,1 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua gli scambi, con un aumento dello 0,10%, a 114,8 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +152 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,04%.

Tra gli indici di Eurolandia pensosa Francoforte, con un calo frazionale dello 0,21%, senza slancio Londra, che negozia con un +0,05%, e Parigi è stabile, riportando un moderato -0,08%.

Piazza Affari continua la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,54%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 26.676 punti.

In frazionale calo il FTSE Italia Mid Cap (-0,5%); sulla stessa tendenza, variazioni negative per il FTSE Italia Star (-0,98%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, vola Telecom Italia, con una marcata risalita del 9,47%.

Brilla Terna, con un forte incremento (+2,81%).

Denaro su Snam, che registra un rialzo dell’1,86%.

Bilancio decisamente positivo per Moncler, che vanta un progresso dell’1,79%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Pirelli, che continua la seduta con -1,80%.

Sotto pressione Stellantis, che accusa un calo dell’1,29%.

Scivola Saipem, con un netto svantaggio dell’1,29%.

In rosso Interpump, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,11%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Technogym (+9,74%), Danieli (+4,82%), OVS (+2,31%) e Ferragamo (+1,81%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Sesa, che continua la seduta con -3,33%.

Pesante GVS, che segna una discesa di ben -3,18 punti percentuali.

Seduta negativa per Seco, che scende del 2,47%.

Sensibili perdite per Juventus, in calo del 2,32%.

Tra i dati macroeconomici rilevanti:

Giovedì 24/03/2022
01:30 Giappone: PMI manifatturiero (atteso 53,5 punti; preced. 52,7 punti)
10:00 Unione Europea: PMI manifatturiero (atteso 56 punti; preced. 58,2 punti)
10:00 Unione Europea: PMI composito (atteso 53,9 punti; preced. 55,5 punti)
10:00 Unione Europea: PMI servizi (atteso 54,2 punti; preced. 55,5 punti)
13:30 USA: Richieste sussidi disoccupazione, settimanale (atteso 212K unità; preced. 215K unità).