Piazza Affari in retromarcia

(Teleborsa) – Dopo un avvio positivo in cima agli Eurolistini, Piazza Affari passa in negativo.

Il comparto bancario si mostra in rosso, dopo che stamane è partito con il vento in poppa grazie alle novità annunciate dalla Commissione Europea.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,111. Seduta positiva per l’oro, che sta portando a casa un guadagno dello 0,91%. Seduta sulla parità per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 48,37 dollari per barile.

Sensibile miglioramento dello spread, che raggiunge quota 136 punti base, con un decremento di 11 punti base rispetto al precedente, con il rendimento del BTP a 10 anni che si posiziona all’1,24%.

Tra gli indici di Eurolandia, giornata moderatamente positiva per Francoforte, che sale di un frazionale +0,61%, seduta senza slancio per Londra, che riflette un moderato aumento dello 0,32%, e piccoli passi in avanti per Parigi, che segna un incremento marginale dello 0,41%.

Prevale la cautela a Piazza Affari, con il FTSE MIB che continua la seduta con un leggero calo dello 0,26%; sulla stessa linea, depressa il FTSE Italia All-Share.

Si distinguono a Piazza Affari i settori Viaggi e intrattenimento (+2,20%), Costruzioni (+0,96%) e Vendite al dettaglio (+0,96%). Nel listino, i settori Chimici (-1,31%), Telecomunicazioni (-0,76%) e Banche (-0,70%) sono stati tra i più venduti.

Tra i best performers di Milano, si distinguono Moncler (+1,56%), Poste Italiane (+1,43%), Banca MPS (+1,32%) e UnipolSai (+1,19%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Unicredit-3,15%.

Sotto pressione Banca Popolare di Milano, con un forte ribasso dell’1,71%.

Soffre Banco Popolare, che evidenzia una perdita dell’1,31%.

Calo deciso per Cnh Industrial, che segna un -1,31%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari in retromarcia