Piazza Affari in rally svetta sui mercati europei

(Teleborsa) – L’Europa continua la seduta all’insegna acquisti, cosi come Piazza Affari che surclassa i listini europei.

A contribuire all’ottimismo degli investitori, la borsa di Tokyo che ha chiuso in buon rialzo sulla scia di Wall Street che ieri ha chiuso in frazionale recupero, sulla notizia dello stop alla campagna elettorale sul referendum alla Brexit  che è stato macchiato da un orribile fatto di sangue.

Jo Cox, deputata britannica laburista anti-Brexit è stata uccisa ieri da un uomo al grido di “Britain First”. Dopo il terribile episodio, per la Gran Bretagna, l’ipotesi di una vittoria dell’uscita dall’Europa si fa più lontana.

Seduta in lieve rialzo per l’Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 1,125. In lieve rialzo anche l’oro, che avanza a 1.287,8 dollari l’oncia. Seduta positiva per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che porta a casa un guadagno dell’1,49%.

Tra le principali Borse europee, buoni spunti su Francoforte, che mostra un ampio vantaggio dell’1,01%, buona performance per Londra, che cresce dell’1,23%, e sostenuta Parigi, con un discreto guadagno dello 0,91%.

A Milano, scambia in deciso rialzo il FTSE MIB (+2,63%), che raggiunge i 16.782 punti; sulla stessa linea, avanza con forza il FTSE Italia All-Share

Si distinguono a Piazza Affari i settori Banche (+4,84%), Telecomunicazioni (+4,01%) e Assicurativi (+3,36%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo il settore bancario che mette le ali ali al listino dopo che ieri lo aveva zavorrato.

Corre Banca Popolare di Milano (+8,65%), UBI Banca (+7,32%), Banco Popolare (+6,86%) 

In rialzo anche  Anima Holding (+6,79%).

Balzo di Telecom Italia , dopo che ha annunciato un anticipo della data in cui verranno svelati i conti.

Sul listino completo, in gran spolvero Rcs  mentre si attendono le decisioni di Urbano Cairo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piazza Affari in rally svetta sui mercati europei